Rimborso IVA Estera Comunitaria. Presentazione domande – anno 2016

La Direttiva 2008/9/UE disciplina la possibilità, per le imprese che sostengono costi nei paesi aderenti la Comunità Europea (UE 28), di recuperare l’IVA pagata a fornitori esteri su acquisti di prodotti e servizi, con la presentazione di domande di rimborso, inoltrate ai ministeri esteri. E’ inoltre possibile recuperare l’IVA pagata anche a fornitori di: Svizzera, Norvegia e Principato di Monaco, grazie ad accordi di reciprocità.

A titolo esemplificativo, segnaliamo alcune tipologie di costi soggetti all’ IVA europea:

  • Servizi fieristici (l’applicazione della Direttiva 2008/8/UE sui sevizi comunitari è diversamente recepita dai singoli paesi e soggetta a costanti aggiornamenti)
  • Biglietti ingresso, pass
  • Prestazioni e servizi relativi a beni immobili
  • Lavorazione su stampi o beni strumentali
  • Interventi su beni in garanzia e sostituzioni
  • Organizzazione eventi

In particolare l’IVA rimane applicata sulle spese di trasferta aziendali, sostenute durante l’anno per ogni esigenza, come a titolo esemplificativo:

  • Trasferte rappresentanti
  • Trasferte per clienti e/o terzi
  • Trasferte Tecnici per montaggio e installazione di beni venduti
  • Assistenza posta vendita clienti e verifiche tecniche
  • Seminari, convention, ecc.

COSTI

  • Hotel
  • Ristoranti
  • Pedaggi autostradali
  • Carburante
  • Riparazione mezzi di trasporto
  • Taxi, noleggio auto

La procedura di richiesta di rimborso IVA estera è disciplinata da normativa europea e da specifici regolamenti dei singoli Stati membri UE.

CNA Servizio Estero srl offre la propria consulenza, valuta i requisiti soggettivi della vostra ditta e la vostra documentazione fiscale. Cura la preparazione, presentazione e gestione delle domande di rimborso, seguendone l’iter amministrativo fino alla decisione del ministero estero ed accredito sul vostro conto corrente aziendale.

Possono essere inoltrate domande di rimborso annuali (per l’anno precedente) e domande trimestrali/semestrali, fino a 4 per ciascun anno, per l’annualità in corso.

Dal 01/01/2017 è già possibile presentare le domande di rimborso IVA comunitaria per l’esercizio 2016. Vi ricordiamo che inoltrare le richieste, anticipatamente rispetto alla scadenza massima, permette un recupero più rapido del credito IVA e della liquidità e un esame più specifico della documentazione, per eventuali necessità di correzione documenti.

Per le domande di rimborso IVA comunitaria, annualità 2016, il termine legale di scadenza per la presentazione delle istanze è il 30/9/2017, per Svizzera e Norvegia è il 31/5/2017.

Per la presentazione delle pratiche, i documenti devono essere spediti al nostro ufficio,  preferibilmente entro le seguenti date:

 PAESI UE
30/06/2017

SVIZZERA E NORVEGIA
15/05/2017

Vi invitiamo a contattare il nostro ufficio per avere l’elenco dei documenti necessari alla definizione delle domande di rimborso IVA UE e per un preventivo di costo del servizio, che sarà commisurato all’entità dell’Iva da richiedere, alla complessità della/e domanda/e ed al numero di documenti da digitare.
La commissione prevede una % sull’ Iva rimborsata.
Sono previste specifiche tariffe agevolate per il settore autotrasporto merci su strada.
Il nostro servizio è offerto sia ad associati che non associati CNA, su tutto il territorio nazionale.

Per INFO E PREVENTIVI
Simona Iotti simona.iotti@cnaservizioestero.it
Nadia Ahmar nadia.ahmar@cnaservizioestero.it

Share this Post: Facebook Twitter Pinterest Google Plus StumbleUpon Reddit RSS Email

Related Posts

Comments are closed.