Il Consorzio Emilia Alimentari presente a Cibus Connect

Mercoledì 12 e giovedì 13 aprile il Consorzio Emilia Alimentari parteciperà alla prima edizione della rassegna espositiva parmense con sette aziende grazie al sostegno della Regione Emilia Romagna.
Dopo Parma in programma altre partecipazioni a fiere internazionali: Tuttofood (Milano, 8-11 maggio), Summer Fancy Food (New York, 25-27 giugno), Anuga (Colonia, 7-11 ottobre) e Kosherfest (Secaucus, NJ, 14-15 novembre). Inoltre nel 2018 previsto un evento speciale presso lo store di Eataly nel Viktualienmarkt di Monaco di Baviera riservato alla aziende consorziate.

Il Consorzio Emilia Alimentari parteciperà alla prima edizione di Cibus Connect (il nuovo format fieristico in programma alle Fiere di Parma mercoledì 12 e giovedì 13 aprile prossimi) con sette aziende associate. Costituito con lo scopo di valorizzare le eccellenze alimentari e gastronomiche emiliane, promuovendone la conoscenza e favorendone la commercializzazione internazionale grazie al sostegno della Regione Emilia Romagna, il Consorzio Emilia Alimentari associa piccole e medie aziende insediate tra le province di Reggio Emilia, Modena, Parma e Piacenza.
«Il Consorzio Emilia Alimentari è nato – spiega il presidente Enrico Zoni – per sostenere le piccole e medie imprese emiliane produttrici di alcune delle più significative eccellenze agroalimentari italiane nel loro percorso di internazionalizzazione commerciale dei loro prodotti. In questo cammino riteniamo che le fiere internazionali siano uno strumento vincente di valorizzazione dei prodotti emiliani e per questo grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna abbiamo disegnato un calendario fitto di appuntamenti che i nostri associati dimostrano di gradire. Quest’anno siamo presenti a Cibus Connect con sette aziende che sono state collocate nel padiglione dedicato alle eccellenze del Made in Italy agroalimentare. Per noi questo rappresenta motivo di soddisfazione e stimolo a fare sempre meglio. Siamo convinti che produrre in un territorio come il nostro non sia un particolare secondario: produrre in Emilia significa rispettare rigorosi disciplinari che coniugano la tradizione alle richieste dei consumatori fra le quali l’accorciamento della filiera produttiva o l’attenzione al benessere degli animali utilizzati. Pensiamo che in un prossimo futuro, continuando a promuovere le nostre produzioni agroalimentari di qualità, la geolocalizzazione in Emilia, il Made in Emilia, possa diventare un marchio di qualità riconosciuto a livello internazionale perché questo è il cuore della Food Valley italiana dove nascono le eccellenze alimentari del Made in Italy agroalimentare».

Dopo Cibus Connect il Consorzio Emilia Alimentari (che nello scorso mese di marzo ha già partecipato alla tredicesima edizione di Taste a Firenze) sarà presente a Tuttofood (Milano, 8-11 maggio), al Summer Fancy Food (New York, 25-27 giugno), ad Anuga (Colonia, 7-11 ottobre) e al Kosherfest (Secaucus, NJ, 14-15 novembre). «Come ho già detto – prosegue il presidente Zoni – riteniamo le fiere internazionali uno strumento vincente per la nostra mission di promozione e valorizzazione internazionale del Made in Emilia. Non a caso già prima dell’apertura di Cibus Connect abbiamo ricevuto diverse richieste di contatto da buyer esteri fra cui la Camera di Commercio ucraina e da diversi importatori statunitensi interessati ai prodotti Kosher delle nostre aziende». Ma non ci sono solo fiere nel futuro del Consorzio Emilia Alimentari. «Già da tempo stiamo collaborando con Eataly e nel 2018 – continua il presidente Zoni – abbiamo in programma un evento esclusivo, riservato alle nostre aziende, presso che sarà ospitato dallo store di Eataly nel Viktualienmarkt di Monaco di Baviera».

Ecco le sette aziende del Consorzio Emilia Alimentari che partecipano a Cibus Connect:
Antica Ardenga, una piccola azienda che produce limitate quantità di salumi della Bassa parmense, presidio Slow-Food, produttrice di Culatello di Zibello nonché di Mariola (cruda e da cuocere) e Spalla Cruda (con e senz’osso).
Fattorie Emiliane, una giovane e dinamica realtà di commercializzazione di latte, burro e formaggi
Fontana Ermes S.p.A, fondata alla fine degli anni ‘50, è tra le aziende produttrici di Prosciutto di Parma che possono vantare una più lunga e prestigiosa tradizione, posta nel cuore della Val Baganza.
La Fattoria di Parma, un’avventura che parte da una storico salumificio di famiglia nel cuore della bassa parmense e che oggi punta ad innovare la tradizione proponendo i grandi classici della Salumeria emiliana. Culatello, Culatta, Salame di Felino, Strolghino di Culatello.
Liodry Foods S.r.l., che realizza preparati alimentari in grado di rispondere almeglio rispondano ai gusti del mercato cui sono destinati, industrializzandoli e integrandoli nel particolare ciclo produttivo del Cliente.
SIFOR, un’importante realtà nella commercializzazione di formaggi.
Soc. Agricola Bertinelli Gianni e Nicola S.a.s. Sulle colline di Medesano l’azienda della famiglia Bertinelli produce latte dal 1895. Oggi l’azienda è una realtà unica, dove esperienza, innovazione e natura si fondono per produrre Parmigiano Reggiano controllato e garantito dalle certificazioni di Qualità e Tracciabilità

Share this Post: Facebook Twitter Pinterest Google Plus StumbleUpon Reddit RSS Email

Related Posts

Comments are closed.